sabato, giugno 09, 2012

La verità è che non gli piaci abbastanza

"Perché voi donne fate così? Perché vi fate tutte queste pippe mentali? Prendete ogni cosa che un uomo fa e la trasformate in un'altra cosa. Siete fuori!"
E' vero! Il film potrà piacere o non piacere, a seconda che si apprezzino o meno le commedie romantiche, e le più critiche di noi potranno storcere il naso al pensiero che il regista voglia far passare il concetto che una strafiga come la protagonista Gigi, passi la vita a incassare due di picche, ma io l'ho trovato più istruttivo di un'intera puntata di Quark! E Piero Angela non me ne voglia. E quanto questa visione mi abbia positivamente influenzata e interiormente arricchita me lo ha dimostrato una recente conversazione con un'amica. Mi ha racconto un episodio che coinvolgeva, ovviamente, un uomo e immediatamente me ne ha fornito la sua interpretazione. La mia reazione è stata:
"Sempronia, cara, no."
"Ma non pensi che si sia comportato in maniera strana? Cioè prima mi chiama, e poi conclude la telefonata in fretta e furia senza nemmeno chiedermi di uscire!"
"Tesoro, tu gli hai detto che  stavi al lavoro e non avevi tempo di parlare."
"Sì, ma non era vero, volevo vedere la sua reazione...Oh e se si fosse offeso...?"
"Sempry, gli uomini non si offendono. Gli hai detto che non potevi parlargli? Ha chiuso. Si è offeso? No, sapeva che ci tenevi a sentirlo quindi non ha motivo di pensare che hai inventato una balla."
"Ma lui..."
 "No."
 "Non credi che..."
 "No."
"Mi fa bene parlare con te. Dai un'interpretazione div
ersa dagli eventi."
Ovviamente l'evento era chiaro. L'unico aspetto non chiaro era: se Sempronia voleva parlare con Amilcare, perché gli ha detto che era occupata?
Non temete, è solo una domanda retorica, dubito che perfino una laurea in neuroscienze possa servire a trovare la risposta.
Qual è il senso di tutto ciò? Semplicemente che spesso le risposte ce le abbiamo davanti agli occhi, ma rifiutiamo di vederle. E che dobbiamo stare attenti a ciò che chiediamo, perchè, caspiterina, potremmo essere accontentati. E ancora, la soluzione più semplice, il più delle volte, è quella giusta.
E non dimentichiamoci che gli uomini vengono da Marte e le donne da Venere.
E io sto ancora delirando.
Un saggio una volta mi ha detto che se un uomo vuole stare con una donna farà in modo che succeda a qualunque costo. 


14 commenti:

Alessandro-Merlino ha detto...

Ho smesso da tempo di capire come pensa una donna...mi limito a prenderle come vengono.

Clode ha detto...

Quanto è vero questo film!!

Noi donne però (o almeno io) facciamo fatica ad entrare nell'ottica del "volevo dire semplicemente quello che ho detto". Ci proviamo ad attribuire qualche altro significato, salvo poi scoprire... che non c'è!

;)

Palin ha detto...

io lo dico a tutti, “stai bene attento a quello che chiedi perché potresti ottenerlo” ;)

Anonimo ha detto...

Una donna che costruisce tutto ciò toglie spazio al fiato dell'intelligenza, all'inchiostro della raffinatezza e sembra indirizzare il suo forzato percorso della ricerca-anima-gemella in sotterranei soleggiati di mediocrità. Un giorno, raggiunta la meta, potrà dire alle amiche: "sto con Lotario, il mio uomo". Ma tutto si esaurirà con questa frase. Sarà una casa senza elettricità perché infestata da propedeutiche ex-attese-format. (A.)

Disincanto di una Sognatrice ha detto...

Noi donne non ce lo imponiamo di complicarci le cose, semplicemente è nella nostra natura.. Sono convinta che parlare in maniera più diretta e meno criptica risolverebbe tante, ma tante situazioni!! Peccato che la teoria sia un po' diversa dalla pratica.. :)

Incantatore ha detto...

Quel libro, gli Uomini vengono da Marte, le Donne da Venere, è stato molto criticato come "banale".
Salvo che poi le incomprensioni tra i sessi sono semplicemente quelli di comunicazione, così chiaramente esposti nel libro.
E lo vedo ancora e ancora, quando sento qualcuno lamentarsi del proprio compagno o compagna.
Studiamo quel libro. È importante per chi vuole capire l'altro sesso.

Lieve ha detto...

@Alessandro...mi sa che fai bene. E comunque in molti casi la comprensione arriva come un'illuminazione...ergo non vale la pena starci a pensare troppo :P

@Clode cara, è proprio quello il problema...Non dico che sia sempre sbagliato, ma stiamo attente a non perderci qualcosa, cercando qualcos'altro che invece non c'è!

@Palin, eh sì, d'altra parte c'è una folta schiera di libri e film che ci mettono in guardia dai guai che può procurare un genio della lampada ;)

Lieve ha detto...

@Disincanto...Che sia nella nostra natura non lo metto in dubbio...Ci viene troppo spontaneo :P

@Inky, sai che ce l'ho giusto nella lista delle cose da leggere? :)
Però c'è anche "Falli soffrire" °_°

Palin ha detto...

@Lieve

Eh ma mica solo con i geni della lampada, eh?

Lieve ha detto...

E no, non solo da quelli...tra l'altro ormai ne restano così pochi in circolazione :P

Anonimo ha detto...

E' il film più illuminante che abbia mai visto e non smetterò mai di consigliarlo a chiunque ... maschio o donna che sia cara la mia A!!! Ma di questo ne abbiamo già parlato ... dovrebbero inserire il libro da cui è stato tratto dai libri di testo obbligatori alle elementari ... e poi alle medie ... e poi alle superiori... altro che i promessi sposi ;)!!!
S.
Ci vediamo tra pochi giorni tesora ... ho deciso di venire, aereo permettendo :)

O.R. ha detto...

"Qualunque costo" e "saggio" non possono stare nella stessa frase ;-)

Lieve ha detto...

Lo so! E' per questo che fa venire i brividi ;)

O.R. ha detto...

Ah, il fàssino della retorica!