martedì, dicembre 16, 2008

Ti regalerò una rosa, una rosa rossa per dipingere ogni cosa...

Questo è tempo di regali. Ce lo dicono le vetrine dei negozi, ce lo ricorda la radio, lo suggeriscono le pubblicità e i frettolosi appunti sulle agende nelle quali riportiamo qualche idea. Fare regali può essere un'attività stressante , riceverli un po' meno, anche se può mettere in imbarazzo. E' difficile fare un regalo azzeccato, è difficile ricevere un regalo utile o desiderato, riflettendoci, in una società come la nostra in cui in pochi devono fare a meno del superfluo, è quasi impossibile ricevere qualcosa di veramente indispensabile. Non sono avversa al consumismo: di sicuro preferisco vivere in quest'epoca di sprechi che in una in cui non c'era spazio per l'abbondanza, ma sono piuttosto critica nei confronti di alcune scene che si sono poste alla mia attenzione. Bambini con il broncio dopo aver scartato un pacco, ragazze deluse dal colore di una borsetta, litigi a proposito del "ecco , vedi, tu non mi conosci come dovresti"... Sono del parere che un regalo dovrebbe essere sempre fonte di gioia, non per il suo aspetto materiale, ma per il pensiero che c'è dietro di esso. Questo è anche il motivo per cui detesto fare regali "perchè devo" ma mi appassiona l'idea di andare alla ricerca anche del pensierino da un euro per una persona di cui invece mi importa. Mi sembrano concetti così lampanti che davvero non capisco come si possa fare una tragedia perchè qualcuno ha sbagliato forma, dimensione, stile o colore: nei casi più eclatanti lo si può sempre cambiare (e non credo sia una mancanza di educazione) , in quelli meno "gravi" non vedo perchè non passarci sopra fermo restando che se il dono è da parte di qualcuno che ha davvero pensato un po' a noi prima dell'acquisto, non credo che possa essere così sbagliato ;)

22 commenti:

Virgilio Rospigliosi ha detto...

Lieve, condivido molto quello che dici...ho scritto anch'io qualcosa di molto simile!!! Un regalo è una piccola parte di noi che doniamo e dovrebbe essere comunque apprezzato solo per il fatto di essersi ricordati di qualcuno e non certo per il fatto che ci serva piu o meno.
Un abbraccio, Virgilio

Moma ha detto...

In genere non ho grossi problemi nello scegliere un regalo. Soprattutto perché ci penso seeeeeeeeempre per tempo e tendo a fare regali solo a persone che conosco bene.
Chi mi mette in seria difficoltà è mio padre.
Quest'anno sono un po' preoccupata per il pensierino da fare a mia "cognata".
Non siamo poi così intime e sinceramente mi mette un po' soggezione.
MagicamenteMe

Coram ha detto...

Io, quando posso, e quando mi va, faccio regali che difficilmente non azzecco. Come moma anch'io ci penso sempre per tempo. Raramente sbaglio... Riesco a entrare nella testa della gente e capire cosa può e non può piacere.


Ciao ;)

M.

Pietro ha detto...

E' da un po' di tempo che non mi piace nè farli nè riceverli...quindi se avevi pensato di farmi un regalo...
:-)

Silvia ha detto...

E' sempre un piacere ricevere un regalo...Significa che qualcuno ti ha pensato e ci tiene a te...

Anche se non ci ha "azzeccato" :)

Un bacio

Claudio Giubrone ha detto...

A Natale i regali sono la cosa più inutile, ma allo stesso tempo sembra sia l'unica cosa che resti dopo le festività. E' un po' deprimente.
Quest'anno io passo. Non sento proprio il Natale.

Clelia ha detto...

Tutto questo affannarsi alla ricerca del classico pensierino non la condivido... ma come hai ragione meglio abbondare che deficere...

Un regalo è sempre un regalo e dovrebbe essere colto non solo nell'essenza materiale ma come dono simbolico!

un abbraccio da Clelia A Londra
e buon natale!!!

Arthur ha detto...

Il fatto che tu abbia etichettato il post con "cause perse" e "cianfrusaglie" mi fa pensare che negli anni passati tu abbia ricevuto delle vere e proprie chiaviche di regali ...

con simpatia
Arthur

Luna Dark ha detto...

Un bel pensiero. Condivido appieno. Buone (incantevoli) feste!!!

Lieve ha detto...

Ciao Lupin! lieta che tu condivida ;)

Arthur...già, le etichette sono molto indicative :P

Clelia..passa un bel natale londinese ;)

Claudio...Passi il Natale?ahi ahi...

dawoR*** ha detto...

passa giorni felici :) dawoR***

Ross ha detto...

Nei regali non credo di essere mai caduta in grossi sbagli, se escludiamo quella volta che ho fatto recapitare un mazzo di fiori a un'amica allergica al polline.
Però un paio d'anni fa a una lotteria natalizia mi è capitato di vincere un barattolo di prugne secche. Forse era un messaggio velato da parte di qualcuno che voleva elegantemente mandarmi a fare la popò? :D

Buone feste!

-~·*' Nabuck '*·~- ha detto...

Auguri, auguri di un felicissimo Natale!
Ciao

Virgilio Rospigliosi ha detto...

Ciao,passo per dirti Buon Natale.

Un abbraccio, Virgilio

Lieve ha detto...

Grazie a tutti degli auguri =)
un abbraccio...
con l'augurio che sotto l'albero abbiate trovato proprio ciò che desideravate ^_^

Benedetto ha detto...

Lieve! ...


Il pc è malato in questo tempo; cioè non avevo i indirizzi blogger! :-(

Un grosso baccione di natale; ed il pensiero d`Italia in questa bella època... Così, con la neve che mi piace tanto ( In Caracas non la abbiamo! )

Come si mostra il 2009 per te?

Un anno di + insieme?


Mi auguro di si!





Grande Lieve!






Beny,

Caracas 29/12/2008

Silvia ha detto...

Buon anno Cara Lieve! :)

ellen ha detto...

ciao... auguri :)

intrigantipassioni ha detto...

La societa' sembra imporre, da un po' di tempo a questa parte, il pensiero che il dono sia piu' bello ed apprezzato quando e' grande e costoso. Balle.
Il regalo potrebbe anche costare un centesimo. E' quanto lo pensi, quanto cuore ci metti... cio' che gli fa prendere valore.
Sono d'accordo con te. Quanto puo' contare, davvero, un colore sbagliato, un oggetto poco azzeccato di fronte alla bellissima sensazione che assale quando sappiamo che quella persona ci ha pensati prima di comprare quell'oggetto? Siamo stati nella sua mente. E nello spirito. E' una cosa meravigliosa!!!
Quando dono le mie lettere d'auguri (perche' e' questo che faccio ai miei amici) vedo dei sorrisi stupendi, mentre vengono lette. Bhe... e' questo il vero regalo. Vedere la luce nei loro occhi.

yashanti ha detto...

interessante questo blog..
leggiamoci!
eppiniuiar.

Lieve ha detto...

çIntrigantipassioni (ma ce l'hai un diminuitivo? :P)sai che credo sia una cosa bellissima scrivere delle lettere per Natale? Mi hai appena dato un'idea per il prossimo anno :P

Lieve ha detto...

Ciao Yashanti e benvenuta ^^, passerò a trovarti ;)