giovedì, aprile 17, 2008

L'altra metà della mela


Nel "Simposio" Platone racconta il mito dell'uomo
"totale":
una razza perfetta, ermafrodita, ogni individuo autosufficente e beato di sè.
Fu per invidia che gli dei divisero le due parti di queste creature e le dispersero nel mondo. Da allora vagano come esseri imperfetti che possono raggiungere la felicità soltanto trovandosi.
Direi che è proprio da quel momento che sono arrivati i casini, perchè è da quando tutta questa gente si è messa alla ricerca che gli dei hanno più cose da fare. Gli uomini, per amore, mormorano le preghiere più disperate e, sempre per amore, sibilano gli improperi più impronunciabili e, si sa, alcuni arrivano a compiere follie, si consumano, uccidono, piangono...e quello che tutti si chiedono è: si può davvero trovare quell'unica mezza mela in mezzo a miliardi di mezze mele? Naturalmente non lo so. La parte romantica di me tende per il sì. Quella cinica suggerisce che io sia un qualche altro mezzo frutto, per cui la risposta a quel punto, per me, diventerebbe del tutto irrilevante. Un'idea sull'argomento però credo che, più o meno, ce l'abbiamo tutti ;-)

30 commenti:

coram85 ha detto...

Io dico di no. A meno che non si abbia un culo grande quanto il sistema solare. Non si troverà mai l'anima gemella, l'altra metà del frutto, ma una persona con cui star bene, essere felice, quello sì. Per chi lo vuole, ovviamente.

A proposito di amore e dèi. Ho letto la favola di Amore e Psiche. Piaciuta tantissimo, stupenda fino all'inverosimile.

Ciao,

M.

Juliet ha detto...

una volta credevo anch'io alla storia dell'altra metà della mela...poi ho capito che era solo una bella favoletta.

Luna Dark ha detto...

L'altra metà della mela esiste. O almeno, io l'ho trovata. ;)

DUBBAFETTA ha detto...

strano come anch'io oggi abbia scritto di uomini e donne, l'idea del superessereumano non mi piace, le diversita' creano fantasie e complicità, e l'idea che tutto sia piatto e univoco mi fa paura.

lory2k ha detto...

Infatti io guardo molto perplesso gli "innamorati". Ho sempre paura che più di aver "trovato" la loro altra metà, si siano semplicemente meravigliati di essere "lo stesso frutto" tagliato a metà, poi fa comodo "unirsi"...
A volte penso anche io che potrei "accoppiarmi" con una qualunque altra metà ed essere felice senza mai sapere di essermi semplicemente "accontentato", per fortuna poi torno in me e continuo quella ricerca fatta di esperienze e di amori vissuti al 100%, senza paure, senza timori, prendendo tutte le fregature del caso. Peccato che dall'altra parte tendano tutte a "mettere le mani avanti", a valutare, a non rischiare, a farne una questione di convenienza....

lory2k ha detto...

Infatti io guardo molto perplesso gli "innamorati". Ho sempre paura che più di aver "trovato" la loro altra metà, si siano semplicemente meravigliati di essere "lo stesso frutto" tagliato a metà, poi fa comodo "unirsi"...
A volte penso anche io che potrei "accoppiarmi" con una qualunque altra metà ed essere felice senza mai sapere di essermi semplicemente "accontentato", per fortuna poi torno in me e continuo quella ricerca fatta di esperienze e di amori vissuti al 100%, senza paure, senza timori, prendendo tutte le fregature del caso. Peccato che dall'altra parte tendano tutte a "mettere le mani avanti", a valutare, a non rischiare, a farne una questione di convenienza....

Lieve ha detto...

Coram: E ti pareva :P lo sapevo che tu eri per il no! Ma non ti nascondo che quando ci penso, il no ispira moltissimo anche me. Quello che mi irrita di più è pensare che si tratti di una questione di pura causualità.
Quella di Amore e Psiche è una storia incantevole ^_^...però mi aspetto che per te sia solo un preludio a qualcosaltro ;)

Lieve ha detto...

Juliet: tu però sei piccolina o.0, nonè un po' presto per la disillusione? o__O

Ales:Lo sai? I più ti considerano un fortunello :P

Lieve ha detto...

Dubbafetta: il piattume non mi spaventa ma senza dubbio mi annoia parecchio ;)
E' facile parlare di uomini e di donne...essendone circondati è un argomento per cui non manca mai l'ispirazione ;)

Lieve ha detto...

Lory: anche tu sei piuttosto catastrofico nelle tue valutazioni o__o. Però almeno sembri avere un'idea piuttosto chiara di quello che cerchi ;)

Elena ha detto...

La mia mezza mela....
sta lontana, e non è la persona con la quale passerò la vita.
Ciao!

coram85 ha detto...

Preludio ad altre letture... classiche, intendi? Ieri ho iniziato l'Iliade.

E sarò sempre per il no, e sarò sempre il primo a dirlo.


M.

Mario l. ha detto...

Ma anche se ci fosse da qualche parte la persone fatta a posta per noi, quante possibilità abbiamo di conoscerla?
Se prendiamo in considerazione tutta la popolazione mondiale è già improbabile pensare che viva nella stessa nazione...
Ma facciamo che possiamo andarci comunque vicino, magari facendo qualche concessione e ammettendo qualche differenza. Così magari non faremo le due metà esatte, ma almeno non metteremo ananas con kiwi...
Funzionerà?
:-D
Lo spero bene....

Lieve ha detto...

Mario: sai, questi calcoli me li sono fatta anche io ed è epr questo che a volte mi dico "Naaa, non può essere possibile". Poi però, contro qualsiasi statistica ti rendi conto che per qualcuno accade...Chiamalo miracolo, chiamalo come vuoi, ma accade o__0

Coram: Sì...mi riferivo agli studi classici che devi intraprendere per la tua nuova impresa :P

Elena:Un pochino disfattista anche tu o.0

Arthur ha detto...

Mezza mela? e perchè non una mela
e mezzo... Se kublai kan aveva centinaia di donne...

Lieve ha detto...

Oh...be'...bisogna vedere cosa ne pensassero le sue concubine :P

L ha detto...

Mah, secondo me esiste la propria metà. Però davvero, credo che sia come quei giochi di formine che si usavano da bambini (dove devi far passare il cubo nella sezione quadrata, la sfera in quella tonda etc...).

Il casino è:

1) sapere che forma si ha;
2) cercare la forma giusta (a volte si cerca di appaiarsi con un mezzo cubo ma si è un mezzo triangolo, bel casino)
3) unirsi.

Speriamo bene...

Bacio,
L.

Luna Dark ha detto...

uuuuuuuuuh

c'è un meme che ti aspetta

Lieve ha detto...

Wow...quale onore ;)

Elena ha detto...

Umh nn sono disfattista :(
E' che lui sta davvero lontano, e adesso fa un'altra vita..e pure io!
Ma nn per questo nn son felice!!Era solo una considerazione :-O)
Di dove sei?
Ciauuuu

Arthur ha detto...

Acuta osservazione

Anonimo ha detto...

Ho letto attentamente molti commenti, bhe la mia esperienza e strana perchè mi sono sposato con una persona che amo e stimo e non ferirei mai, ma a 32 anni e con 3 figli alle spalle conosco una ragazza che credo aver visto in sogno almeno 20 anni prima e che non mi parlava, ma oggi conoscendola ho trovato quello che mi mancava l'altra metà ne sono certo ma come uscire ora da questa situazione non posso fare del male a mia moglie e nemmeno negare alla mia metà di non esistere e che io vivo per lei e non riesco a stare lontano dai suoi sguardi dai suoi abbrazzi che sono quello che io ho avuto e voglio da lei, PS: non c'è stato e non ho necessità di fare sesso con la mia metà mi fa stare bene esserle vicino.

AMEDEO ha detto...

Ho trovato la mia metà mela , dopo 43 anni e svariate ma non troppe mele che quasi combaciavano.
Mai prima d'ora ero riuscito a scrivere tante parole d'amore ad una donna e desidero lasciare questo fiume di amore per dimostrarvi quanto è bello l'incontro della tua metà mela ciao amedeo




Mai così bello come la prima volta

Odori e profumi di LA PRIMA VOLTA
un cibo speciale
Volteggiano nelle stanze che aspettavano il tuo amore

Quel cibo dal gusto particolare
Il tavolo pieno di attenzioni e fiori
Un uomo attento al tuo amore
Costruisce un percorso pieno di splendore
Riempiendo la tua anima ed il tuo cuore

L’unione fantastica trascinata dall’amore
Entra correndo nelle mie vene fino a raggiungere il mio cuore
Ti osservo intenta a bere il succo del mio amore
La mia anima trova nelle tue parole la serenità perduta
Era la prima di un’infinità di fontane che disseteranno il percorso del nostro amore

Dolce barbara

Mi sono sentito come un giovane adolescente che cerca di conquistare la bella della classe, sotto il portone di casa di lei in una serata uggiosa , la conversazione fitta fitta senza un attimo di pausa, interrotta solo quando i condomini varcavano il portone, in modo da nascondere loro i nostri intimi argomenti.
I miei occhi attenti a raccogliere la luce dei tuoi,contenti di osservare i tuoi lineamenti, le tue gestualità, il tuo modo di essere e fare che ha conquistato così velocemente il mio cuore.
Ho trascorso il tempo passato insieme cancellando qualunque pensiero , vivendo in un mondo nuovo, dove intorno tutto scorreva senza la forza di coinvolgerci , come se il mondo iniziasse e terminasse nell’arco di un solo metro.
Sensazioni forti , serene , di pura felicità come da tanto tempo non riuscivo a godere.
In verità quel treno che stava giungendo sul secondo binario, di una stazione a me fino allora sconosciuta, mi ha dato modo di provare il sapore dell’attesa di chi reputi importante, ed il solo fatto che chi giungeva era ignaro di tale emozione ha reso il tutto condito da una sensazione di felicità e disagio, ansia e speranza e di grande serenità.
Sta sorgendo l’alba , il sonno mi ha abbandonato da alcune ore, tutte queste parole rimbalzavano nella mia mente facendo così tanto casino che più volte ho cercato il tasto del volume per attenuarle , ho capito che l’unico modo era parlartene, ma …….non essendo una buona idea chiamarti il solo modo è stato quello di scriverti .
Mai ieri avrei voluto salire su quella moto ed allontanarmi da quel portone dove in un solo metro ho trovato tante emozioni e la forza di dirti fra le righe quanto ero contento di essere riuscito a strappare un appuntamento inaspettato con la più bella della classe con la scusa di passargli i compiti da copiare .
Mi sono sentito bambino , ma che bello!!!!
Appena inforcato il mio scooter l’unico pensiero è volato al prossimo incontro , la mente ha interrottamente continuato a parlarti, preparando i prossimi racconti, mettendo in ordine le cose da dirti , la strada bagnata scorreva veloce , il tuo volto sembrava vivo sul parabrezza, mi rispondeva e sorrideva gaio come solo tu sai fare accompagnandomi fino a sotto casa come se avessi voluto proteggermi da uno stato di ebrezza che poteva essermi fatale.
Ora solo una giornata di lavoro ci divide e poi una lettera spero possa dare inizio ad un appuntamento tanto bello quanto puro come quello che già trascorso giace nel mio cuore


Il nostro amore



Desidero pensare che ogni giorno,
voglio credere che ogni incontro,
possa vivere l’emozione dell’innamoramento.

Sia ogni giorno un tentativo di conquista
Ogni incontro un corteggiamento originale
Come fosse il primo sguardo fatale.

Il prossimo incontro come il primo appuntamento,
con il cuore che batte per la paura di sbagliare.

Il risveglio insieme come un inno alla vita che
Ci dona un altro giorno da innamorati.

La colazione come l’offerta per questo amore grande.

La cura dei particolari, come coccole delicate
Per sancire il rispetto che ci unisce.

Il distacco come l’attimo triste che
Prelude il prossimo incontro tanto felice.

L’imbrunire per lasciare il razionale alla passione,
Per cercare la fusione, lo scambio di amore che
Il giorno ha cullato e la notte assaporerà.

Il contatto per gli odori ed i piaceri che
Passano dal corpo per nutrire il cuore

Tutto questo è e sarà il nostro amore.
Genova 21/06/2008

Lieve ha detto...

Amedeo...che dire?
Sono contenta per te, e la tua testimonianza fa ben sperare tutte noi, mezze mele spaiate o__0 ;)

Bella anche la storia dell'anonimo...sarà proprio vero che prima o poi,l'amore arriva... ;)

_DANCER_ ha detto...

Bhe in tutto cio' che ho letto rimane sempre non toccato, se non da una sola persona, il fatto ipotetico(ma nel mio caso reale) che in realtà puo' anche capitare l'altra parte della mela quando questa ancora non e' convinta dell'esistenza di una meta' di mela che puo' essere inaspettatata e sotto forma di mela apparentemente diversa.... e come disse Crmen Consoli... non hai mai saputo che la bellezza delle cose tende a nascondersi, e che se si scopre tutta insieme non per forza non e' bella di per se.

Lieve ha detto...

Dancer...o_0 sei stato un pochino contorto nell'esprimere il tuo pensiero, anche se leggendo il post del tuo blog tutto mi è stato più chiaro ;)
Mase davvero hai trovato la tua metà, non posso che dirti di non essere sciocco, e non lasciartela scappare :)

_DANCER_ ha detto...

Bhe devo darti ragione... eheheheh senza l'uso della punteggiatura diviene impossibile interpretare dei pensieri caotici di per sé nel loro disordine.
Cmq grazie per la risposta così celere sul mio blog; troverai altra risposta al tuo commento su di esso.

Ancora piacere di aver dialogato con te.

Ciao, _dancer_

Lieve ha detto...

Il piacere è stato mio, e poi quando qualcuno ripesca i vecchi post divento piacevolmente nostalgica e ben disposta al colloquio ;) :P
Ciao!

Anonimo ha detto...

Ciao carissimi. Se incontriamo l'amore, quello vero, ed è possibile incontrarlo, allora abbiamo incontrato l'altra metà. La quale esiste ed è il destino a mettercela sulla nostra strada prima o poi, quindi il fatto che il mondo è pieno di possibilità è irrilevante: la nostra unica possibilità in un modo o nell'altro si avvicinerà a noi, non importa quanto la cercheremo o quanto crederemo che non esista. E voglio aggiungere un'altra cosa: dovremo curare noi stessi, definire, sviluppare, arricchire e integrare la nostra personalità al massimo, perchè solo se troveremo la nostra anima sapremo riconoscere chi ha il potere di raggiungerla...ma fino in fondo. E non è che una persona nell'universo...che tutti prima o poi incontrano. Perchè è tutto un miracolo, il mondo, la vita...e naturalmente l'AMORE.

Anonimo ha detto...

Io sarei curiosa di sapere se la ensi allo stesso modo...