domenica, maggio 18, 2008

Provate a fischiettar...

Non mi affezziono agli oggetti. Non ai vestiti, non ai peluche, i soprammobili, neanche ai regali. Ci sono cose che in un determinato periodo hanno un valore sentimentale per me, ma non permetto che sopravvivano ai miei sentimenti. Naturalmente riesco a fare delle eccezioni, ma la regola è che con una certa peridicità apro tutti i gli armadi e i cassetti della mia stanza e faccio spazio. Quando ho terminato mi sento un po' pù libera anche io.
Non ho bisogno che il biglietto di un vecchio concerto mi ricordi quanto mi sono divertita, e nemmeno che un barattolo mi ricordi un sapore o che un fiore appassito mi faccia tornare in mente un sorriso, e di questo sono felice, perchè vuol dire che sono tutte cose che posso richiamare da sola...Certo però ci tengo alle foto e a un paio di altri tesori che custodisco nella mia camera e tutto sommato so anche il perchè...
Altre persone collezionano i ricordi sotto forma di oggetti, io permetto che occupino solo la mia memoria. Non è giusto, e nemmeno sbagliato. E' solo che le persone sono diverse :)

16 commenti:

Silvia ha detto...

Io invece sto cercando di imparare a fare un pò di spazio, a volte però è più forte di me, conservo tutto!
Poi mi sono ritrovata letteralmente sommersa dalle cose conservate ed ho capito che era inutile :)

Ciao Lieve, buona giornata...

L ha detto...

Per lo stesso motivo tuo, io odio le foto. E' come il biglietto del concerto. Non mi piacciono le foto, fissano la tinta della memoria, senza odori, suoni, dinamica e sensazioni.

Preferisco portarmi dentro quello che mi serve.

Ciao,
L.

Silvia ha detto...

Ti ho inserita tra i miei link :D

Ciao Lieve!

Arthur ha detto...

Quoto a pieno L. Io non amo le foto e non mi affeziono quasi mai agli oggetti.
Forse solo un pò alle auto dai, l'ultima piuttosto che venderla ho preferito rottamarla, anche se aveva ancora molto mercato.

Lieve ha detto...

Silvia: ecco, pensa che mia sorella (con la quale sono stata in doppia veramente per una vita), è esattamente come te...immagini che stress dividere gli stessi spazi? :P
Appena ho un attimo e un computer non troppo lento ti linko anche io ;)

L: Io le foto le salvo perchè sono cose che anche se in futuro non mi serviranno potranno cmq incuriosirmi, potranno mostrare a qualcun'altro chi ero e com'ero :)

Arthur: ma non è stato più doloroso rottamarla che venderla? o.0

Moma ha detto...

Anche io periodicamente prendo e "archivio" tutto quello che ho accumulato.
Alcune cose però, e mi rendo conto che sono troppe, le tengo. Biglietti di concerti, appunto, perché sono talmente tanto smemorata che altrimenti non mi ricorderei quando ci sono stata. ;)

Juliet ha detto...

c'è meme per te

Fabioletterario ha detto...

Io colleziono molta memoria ma anche molti oggettini... guai se non li trovassi, forse piangerei come un bambino, specie i più cari...

Mikim ha detto...

ciao lieve! io tengo tutto... è un po' faticoso, soprattutto quando devi riordinare, mi rendo conto che è poco pratico, periodicamente elimino qualcosa, ma non basta... Non è un fatto di materialismo o di poca memoria è che riguardando un biglietto, una cartolina, un oggetto apparentemente senza valore non solo ricordo, ma mi sembra di rivivere dei bei momenti del passato. Un bacio!

-~·*' Nabuck '*·~- ha detto...

Io accumulo, accumulo, poi ad un certo punto elimino tutto (no, le foto no!), però, e questo non c'entra nulla con gli oggetti ricordo, mi sono resa conto che di uno stesso avvenimento il mio ricordo è diverso dall'altra persona che lo ha vissuto con me! Che la mia mente vacilli?
Un abbraccio, ciao

vjj ha detto...

Curioso! Proprio ieri suscitavo l'ilarità dei miei coinquilini per questa mia insana abitudine di conservare pezzetti di vita... io stipo... stipo... sopratutto foglietti con sù riportati pensieri, foto, biglietti di films o concerti...stipo perchè l'emozione mi investa nel bel mezzo del far altro! é meraviglioso!
(provare per credere)

DUBBAFETTA ha detto...

guai ad essere uguali non sapremmo chi amare

coram85 ha detto...

Per me è praticamente l'opposto. Sono una di quelle persone che collezionano i ricordi sotto forma di oggetti... non per problemi di memoria. E lo faccio in modo anche piuttosto maniacale, per certe cose.


Ciao Ada...


M.

Arthur ha detto...

Forse ho sbagliato ma ero geloso dell'auto. Dopo avere chiesto ad un paio di persone conosciute se la volevano (gratis), e ricevuto risposta negativa, ho scelto di rottamarla.

Bk ha detto...

Gli oggetti più preziosi sono i ricordi della nostra memoria: l'odore del ciambellone di mamma quando eravamo piccoli, il rumore della pioggia sui vetri quando non potevamo scendere a giocare, il colore del mare quando la sera sta per arrivare e devi tornare a casa, il sapore di quelle labbra che tanto deideravi.
Sono lì sprofondati nel nostro animo pronti ad essere richiamati da un profumo, un suono, un riflesso.
Nessuno li conosce, non li possiamo perdere, non hanno prezzo.
A certi oggetti possiamo pure affezionarci, ma è il ricordo di quella fetta di vita che li accompagna che conta veramente.
Un bacio Bk
Ps: mi piace il tuo blog, ti ho linkato...

Pino Amoruso ha detto...

...quorto BK!!!
A presto ;-)