lunedì, giugno 23, 2008

Così sospesi...

Non amo lasciare le cose a metà. L'incompiuto porta sempre con sè un remoto messaggio di tristezza e di abbandono. Di solito, se proprio non posso portare a termine un progetto così come lo avevo immaginato, piuttosto che lasciarlo a metà preferisco ridimensionarlo così che, se pure nel piccolo, il mio lavoro trova una sua unità.
La settimana scorsa però ho dovuto lasciare, quasi su due piedi, il mio vecchio lavoro (vecchio si fa per dire...ero là da appena tre mesi) , per cogliere al volo una proposta che mi si era concretizzata davanti letteralmente dall'oggi al domani. E' stato un piccolo shock saltare la fase di "transizione" in cui si entra nell'ordine di idee che la consueta routine sarà cancellata e che i volti ormai familiari saranno sostituiti da altri...non ho potuto nemmeno fare il passaggio delle consegne con la mia sostituta...e adesso ho il pensiero di tutte quelle decinde di microfaccende che ho lasciato in un ufficio in cui non metterò più piede, dentro un pc che dimenticherà la mia password, per persone che noteranno la mia mancanza giusto per un istante e poi continueranno a dedicarsi alle solite occupazioni. E' assolutamente giusto, eppure mi dà la sensazione di aver perso qualcosa. Certo, è una sensazione che durerà giusto il tempo di avere nuovi affari, e progetti, e preoccupazioni nel nuovo ufficio, ma c'è...

17 commenti:

kabalino ha detto...

cambiare sempre, continuamente...è anche bello cambiare sempre e
continuamente; magari faticoso, però bello. Magari sbaglio eh, non voglio mica dire d'avere ragione...ma forse è bello dài. Grazie per il primo commento...non c'ero mica più abituato ;)

Bk ha detto...

E' sempre un pò triste.
Ma guarda avanti.
Nuove sfide da affrontare!
In bocca al lupo!!
Baci Bk

DUBBAFETTA ha detto...

BE' eccomi, mi presento , sono il campione mondiale indiscusso delle cose a meta', e sentirti dire queste cose in proposito della categoria di persone che rappresento mi fa un po' tristezza.
Tristezza intesa come imbarazzo in cui mi trovo, sapere che esistono persone come te, capaci di fare tutto e finire tutto e colorare tutto con pennarelli infiniti.
Io ho paura di essere un po' piu' mortale di te, e forse cosi tanto mortale da avere lasciato alle mie spalle una scia infinita di cose a meta', tranne il bere, sostanze liquide e alcooliche purtroppo o per fortuna non le faccio evaporare nel bicchiere.
Finire le cose iniziate è una capacita' che non tutti hanno, e che ti fa onore.
Ciao e a presto
DUBBA A

DUBBAFETTA ha detto...

non vedo il mio commento che ho appena fatto .-(, boh vabbeh, in ogni caso era una cosa a meta'

L ha detto...

Beh, è la classica sensazione di chi "lascia la strada vecchia per la nuova", però che bello. Sai che palle a fare sempre lo stesso percorso?

Tranquilla, e vedrai che la password del nuovo pc e i nuovi file saranno migliori dei precedenti. E poi hai passato le consegne, quindi un minimo di continuità c'è.

Goditi la staffetta e in bocca al lupo.

L.

Arthur ha detto...

Improvvisa mi baci, tremando ti agiti e poi...
che base che hai messo...

Bè al massimo prenderai un paio di insulti da chi ha preso il tuo posto se hai lasciato troppe cose da fare...

Ciao

Lieve ha detto...

Arthur: è che in questo periodo mi sento romantica :P E poi mi piace cambiare sottofondo...

Per il resto mi auguro che la persona che mi ha sostituito non abbia troppo di cui lamentarsi, io ce l'ho messa tutta!

L: Nell'ultimo anno mi sono più volte sentita una trottola...spero solo che questa volta giri tutto nel verso giusto :)

Dubba: Tutto a posto con i commenti, come puoi vedere ;) e sono mortale anche io, ma mi trastullo in sogni di imperfetta perfezione o_0 ;)

beatrice ha detto...

l'occasione sarà stata imperdibile!
Quindi che ben venga la trottola!
i piace quello che scrivi,Senpai!

Silvia ha detto...

Anche io ho provato questa sensazione...I cambiamenti,soprattutto quelli improvvisi, mettono sempre un pò di malinconia...

Cmq in bocca al lupo per il tuo nuovo lavoro!

Buona giornata :)

DUBBAFETTA ha detto...

io e te ci capiamo.

Luna Dark ha detto...

Alla fine ce l'hai fatta, quindi!
Complimenti, e in bocca al uuuuuuuuuuuuuh per il nuovo lavoro ;)

Virgilio Rospigliosi ha detto...

Bella l'entrata che hai fatto a proposito delle cose lasciate a metà. Poesia pura.
Anche a me da tanta tristezza lasciare le cose a metà e quando ho una cosa in testa, magari la posso sospendere, ci posso un pò girare interno, ma cerco di portarla a termine con tutte le mie forze. Se non lo faccio mi da frustrazione e senso di fallimento. Però a volte succede...
Ti auguro che la nuova strada per te sia quella più giusta.

In bocca al lupo, Virgilio

-~·*' Nabuck '*·~- ha detto...

Quanti progetti iniziati e mai portati a termine! Sono una campionessa dell'incompiuto, ma c'è sempre qualcosa di più urgente, qualcosa di più importante da fare e rimane sempre l'insoddisfazione di non essere riuscita in quello che volevo!
Ti mando un grande in bocca in lupo per il tuo nuovo lavoro ed un abbraccio, ciao

Coram ha detto...

In gambissima, Ada.

Un saluto...
M.

Clode ha detto...

Ti ho nominata per un meme, spero che troverai qualche minuto per rispondere!!
sciao

-~·*' Nabuck '*·~- ha detto...

Anch'io ti ho nominata per un premio, passa al più presto da me e potrai ritirarlo.

Ciao, un abbraccio

intrigantipassioni ha detto...

Cambiare ci porta e dover inevitabilmente lasciare la vecchia strada... Ma come loro dopo un po' si abitueranno a rimanere senza "lieve", sara' cosi' anche per te.
Si chiama nostalgia, o senso dell'abitudine. Adagiarsi in un posto e, finalmente, dopo tre mesi riuscire a starci bene...e poi cambiare tutto non e' evidente. Ma se lo hai fatto sara' la scelta giusta e i frutti si vedranno presto.
Ti abbraccio....